Cos’è la Quarta Rivoluzione Industriale o Industria 4.0?

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Industria 4.0La realtà produttiva è in continuo mutamento ed anche nel nostro Paese, come nel resto dell’Europa e del mondo, è da poco iniziata la Quarta Rivoluzione Industriale.

 

Obiettivi e campi d’azione dell’Industria 4.0

Le fabbriche, ad oggi sempre più digitali, si dirigono verso una situazione lavorativa totalmente automatizzata e le nuove tecnologie emergenti impatteranno su quattro punti fondamentali nel processo di produzione:

  • Utilizzo dei dati, connettività, open data, potenza di calcolo, conservazione digitale e centralizzazione delle informazioni 
  • Raccolta dei dati per trarne profitto e informazioni indirette (si mira verso le ‘machine learning’, ovvero degli strumenti operativi che riescono ad imparare autonomamente utilizzando i dati raccolti)
  • Interazione uomo-macchina tramite realtà aumentata e interfacce intelligenti di tipo touch 
  • Robotica, stampe in 3D, energie alternative mirate e bassi consumi con prestazioni ottimizzate

 

Nascita e sviluppi della Quarta Rivoluzione Industriale

Il termine ‘Industria 4.0’ o, nella lingua d’origine Industrie 4.0 viene per la prima volta utilizzata durante la Fiera di Hannover del 2011. I suggerimenti e le implementazioni sullo sviluppo, rivolti al governo federale, sono stati rilasciati l’anno successivo dall’Accademia tedesca delle Scienze e dell’Ingegneria. La relazione definitiva è stata divulgata al mondo nel 2013.

Qualche cenno storico: la Prima Rivoluzione Industriale risale alla fine del 1700, con la macchina a vapore, mentre la seconda (1870) è stata scandita dalla produzione di massa grazie all’avvento dell’energia elettrica e del motore a scoppio. La Terza Rivoluzione è molto vicina ai giorni nostri, datata 1970, e coinvolge le prime automazioni, i sistemi elettronici e l’Information Technology (IT).
Non è stata ancora dichiarata una vera e propria data d’inizio della Quarta Rivoluzione Industriale, poiché se ne stanno tuttora gettando le basi. Solo i posteri potranno indicare l’anno di avvio.

Gli impatti sul mercato del lavoro odierno: benefici o svantaggi?

Gli effetti dettati da questo nuovo modo di concepire il lavoro impatteranno negativamente, nel breve termine, sui numeri di posti da occupare: ne verranno creati 2 milioni ma ne spariranno al contempo 7 milioni. Questo è quello che è emerso dalla ricerca “The Future of the Jobs”. L’Italia, dal canto suo, non subirà grandi flessioni, poiché si è calcolato un pareggio, ovvero 200 mila posti di lavoro perduti contro i 200 mila creati.

Nel processo produttivo e nell’area amministrativa ci saranno maggiori perdite, mentre vedremo nascere nuovi sbocchi nell’area IT, nell’ingegneria e nella gestione aziendale.
Nel lungo periodo, però, non è assolutamente detto che ci sarà meno occupazione; è importante, dunque, riuscire ad accogliere le nuove frontiere tecnologiche già preparati a sfruttarne tutti i benefici possibili, limitando gli eventuali danni.

Lo Smart manufacturing avanza incessante e tutte le aziende, dalle più piccole ai giganti dell’economia e della produzione, dovranno far fronte a questo nuovo concept, istruendo adeguatamente operai ed impiegati, fornendo loro tutti gli strumenti utili e tecnologicamente avanzati.

Creatività, problem solving e pensiero critico saranno gli skill maggiormente ricercati tra i migliori candidati ai nuovi posti di lavoro, altamente specializzati. Le imprese dovranno essere in grado di operare con neutralità tecnologica e agire sui fattori abilitanti per una più serena e celere corsa in ottica 4.0.

Nuove leggi di bilancio introdotte lo scorso anno nel nostro Paese inerenti il concetto di Industria 4.0 prevedono infatti uno stimolo alle spese per la ricerca e lo sviluppo, ma anche per la protezione dei dati, per la formazione in azienda e per nuovi strumenti e macchinari di ultima generazione, sempre più Smart e complessi.

Staremo a vedere, agendo non solo da spettatori ma anche da protagonisti, come la Quarta Rivoluzione Industriale prenderà il volo verso un futuro interconnesso e automatizzato; un processo globale che ormai, come tutte le innovazioni e le rivoluzioni storiche, sembra inarrestabile.

Forse potrebbe interessarti leggere anche Come creare un'impresa innovativa?

Cosa aspetti… registrati gratuitamente!

Trova le aziende più affidabili con cui fare business! Fornitore o Cliente questa è la community che fa per te!

Questo sito utilizza cookie tecnici per garantirne il corretto funzionamento e migliorare l'esperienza utente. Sono anche utilizzati cookie di profilazione e di terze parti. Continuando la navigazione si accetta l’utilizzo dei cookie